Project Description

che differenza c’è tra i boschi e capelli?

nessuna:
sia boschi che capelli hanno bisogno
di essere tagliati, purché sia fatto per bene.

QUALCHE DIFFERENZA PERÒ C’È.
I capelli tagliati si buttano, mentre dal taglio dei boschi si ottiene un bene fondamentale: il legno. E il legno è la prima fonte di energia rinnovabile. Insomma, tagliare è importante, purché sia fatto bene. Scopriamo alcune cose su boschi e ambiente che in pochi sanno.

I BOSCHI STANNO SCOMPARENDO?
No. In Italia, come nel resto d’Europa, la superficie boschiva è in costante aumento, cresce di 1.000 metri quadri al secondo e ha raggiunto i 10,9 milioni di ettari pari al 36,4% dell’intera superficie nazionale. Le percentuali di incremento sono sorprendenti: dal 1936 al 2015 la crescita è stata del 72,6% e dal 2005 al 2015 di circa il 5%.1

PER SALVARE I BOSCHI BISOGNA DIRE STOP AI TAGLI?
No, è vero il contrario. Per salvare i boschi non bisogna abbandonarli ma gestirli. Quindi anche tagliarli. Però deve essere fatto con regole e accorgimenti: si chiama gestione forestale sostenibile. È fondamentale anche per contrastare il cambiamento climatico, perché crescendo gli alberi assorbono CO2 e proteggono dal riscaldamento globale. Una foresta gestita assorbe CO2 dieci volte di più di una foresta  non gestita2.

USARE LEGNA E PELLET SCALDARCI È UN DANNO PER I BOSCHI?
Assolutamente no. Dal taglio degli alberi con una gestione forestale sostenibile si ricavano materiali per mobili ed edilizia sia legna per riscaldamento. Ma si contribuisce anche alla salute dei boschi, dell’economia del paese e dell’ambiente. Perché un bosco in continua crescita e produttivo significa anche posti di lavoro, energia rinnovabile, assorbimento di CO2.

IN ITALIA QUANTA LEGNA TAGLIAMO?
Poca. In Italia preleviamo meno legna di quanto potremmo: al massimo il 37% di quanto il bosco ricresce. In Europa invece la media è superiore al 60%3. Perché abbiamo ancora troppi boschi abbandonati e non gestiti.

E QUINDI?
E quindi è sbagliato pensare che il modo migliore per valorizzare i boschi sia lasciarli al loro destino. Come tutte le cose preziose anche i boschi hanno bisogno di cure e attenzione, di essere continuamente rivitalizzati. In cambio ci danno, tra le tante cose, un’energia rinnovabile e pulita estremamente preziosa: il legno. Per scaldarci senza scaldare il pianeta.

Saperne di più conviene.

1 Rapporto Annuale sulle Foreste; 2 prof.Hubert Hasenauer, Universität für Bodenkultur; 3 Rapporto Annuale sulle Foreste.

L’Italia che rinnova è una campagna di sensibilizzazione per valorizzare, migliorare, sviluppare l’energia che viene dal legno. Promossa da: LEGAMBIENTE | KYOTO CLUB | UNCEM | AIEL | RISORSA LEGNO | ANFUS | ASSOCOSMA